Home » Prezzi Posa in Opera

Prezzi Posa in Opera

Installazione mosaico

Installazione mosaico - EXPERT MOSAICI   limited

 

Il prezzo per la posa deve ritenersi valido per applicazioni su sottofondi perfettamente planari e pareti a piombo, consistenti, aggrappati, rasati e livellati, con stuccatura cementizia.

Sono escluse eventuali variabili come ad esempio curve, tagli su misura, posa con andamenti, posa pannelli artistici, che sono da valutare previo sopralluogo.

 

 

Prezzo indicativo per la sola posa in opera di mosaico montato su rete tessera cm 2,2 x 2,2 €45,00 al mq. compreso colla e stucco cementizio


Per un preventivo dettagliato è attivo il Servizio Posa al n°+39 3405335012

 

Sistema Impermeabilizzazione Piscine

Sistema Impermeabilizzazione Piscine - EXPERT MOSAICI   limited

Prezzo Posa in opera €25,00 al mq.

Realizzazione della vasca:

La struttura deve essere realizzata in calcestruzzo armato preferibilmente additivato con fluidificanti al fine di diminuire il rapporto acqua/cemento, ottenendo in questo modo una struttura più compatta esente da vuoti e quindi meno permeabile all’acqua.

Durante la gettata del fondo vasca, che deve essere realizzata dopo aver posizionato tutta la raccorderia idraulica (immissori, scarichi, ecc), prestare particolare attenzione alle eventuali pendenze previste nel progetto.

Particolare cura deve essere prestata alla realizzazione delle riprese di getto dal fondo vasca. Le riprese di getto possono essere realizzate utilizzando prodotti specifici come il lattice sintetico in dispersione acquosa denominato IDROKOL X20, al fine di migliorare le caratteristiche di adesione e tenuta. Il lattice deve essere versato sul fondo dei casseri e subito dopo (fresco su fresco) deve essere effettuata la gettata di calcestruzzo per la realizzazione delle pareti.

La realizzazione dei giunti strutturali elastici nella struttura in calcestruzzo, dipende dal tipo di terreno sottostante e dalla sua portanza.

Solitamente sono previsti nel caso di lunghezze massime superiori ai 25-30 metri e sono sempre previsti nelle piscine olimpioniche da 50 metri. Nel caso si realizzino giunti strutturali, essi dovranno essere rispettati anche dal rivestimento ceramico.

Collaudo statico della struttura:

Dopo un periodo di sufficiente maturazione del calcestruzzo, la struttura dovrà essere riempita con acqua fino al bordo sfioratore per almeno 14 giorni, al fine di verificare l’effettiva tenuta del bacino, evidenziando e quindi tamponando eventuali perdite prima della posa del rivestimento ceramico.

Inoltre è altrettanto importante anticipare quegli assestamenti a cui la struttura è sottoposta una volta messa in carico.

Eventuali perdite o lesioni strutturali, andranno eliminate con interventi localizzati mediante resine epossidiche.

Rettifica delle superfici:

Eventuali imperfezioni concernenti avvallamenti o difetti di planarità della struttura in cemento armato, devono essere corrette, realizzando delle rettifiche di spessore utilizzando malte cementizie premiscelate o confezionate con inerti di idonea granulometria.

Si raccomanda di effettuare prima dell’applicazione di queste malte cementizie, una pulizia accurata delle superfici in calcestruzzo con acqua in pressione o altro mezzo meccanico efficace al fine di allontanare tutte le tracce di disarmanti, polvere, parti distaccanti o quant’altro possa pregiudicarne la tenuta.

Pareti:

Applicazione manuale o meccanica dell’intonaco strutturale LITOPLASTER T30 miscelato semplicemente con acqua in spessori compresi tra 4 e 30mm.

La successiva realizzazione dell’impermeabilizzazione è possibile dopo 7 giorni.

Fondo:

Realizzazione di un massetto aderente a base di LITOCEM previa stesura di una boiacca adesiva costituita da LITOCEM, IDROKOL X20 e acqua miscelati in parti uguali (1:1:1).

La successiva realizzazione dell’impermeabilizzazione è possibile dopo 24-48 ore.

Impermeabilizzazione della vasca:

L’impermeabilizzazione viene realizzata utilizzando la malta a due componenti elastica denominata ELASTOCEM.

Il prodotto viene applicato sulle superfici in due mani successive tramite spatola liscia in uno spessore totale di 2 millimetri, interponendo tra la prima e la seconda mano la rete in fibra di vetro antialcalina come rinforzo e in tutti gli angoli fra parete/pavimento e parete/parete lo speciale nastro sigillante LITOBAND, al fine di assicurare una perfetta tenuta.

La successiva posa degli elementi ceramici è possibile dopo 4 giorni di maturazione.

In alternativa alla malta impermeabilizzante ELASTOCEM, può essere convenientemente utilizzata la malta impermeabile a 2 componenti COVERFLEX.

Tale prodotto può essere applicato oltre che a spatola anche tramite rullo o pennello, accorciando sensibilmente i tempi di messa in opera.

Nel caso di posa di mosaico vetroso, è sconsigliatol’utilizzo del rullo in quanto si formerebbero delle creste che renderebbero difficoltosa l’applicazione dell’adesivo con spatola a denti piccoli 4x4 mm.

Posa degli elementi ceramici:

La posa del materiale ceramico sia a pavimento che a parete può essere effettuata con le seguenti tipologie di adesivi cementizi a seconda del sistema impermeabilizzante scelto:

ELASTOCEM • Gres Porcellanato / Klinker LITOKOL X11 (adesivo cementizio grigio ad alte prestazioni diclasse C2E) additivato con il 10% di lattice IDROKOL X20, in base alla seguente proporzione: LITOKOL X11 25 kg (1 sacco) IDROKOL X20 2,5 kg (10%) ACQUA 4,5 litri circa.

Gres Porcellanato / Klinker / Mosaico Vetroso LITOPLUS K55 (adesivo cementizio bianco ad alte prestazioni monocomponente di classe C2TE) miscelato con il 32% di acqua (8 l. di acqua per sacco da 25 kg).

COVERFLEX • Gres Porcellanato / Klinker CEMENTKOL K21 (adesivo cementizio grigio di classe C1) miscelato con il 30% di LATEXKOL, diluito 1:1 con acqua.

Gres Porcellanato / Klinker / Mosaico Vetroso LITOPLUS K55 (adesivo cementizio bianco ad alte prestazioni monocomponente di classe C2TE) miscelato con il 35% di LATEXKOL, diluito 1:1 con acqua.

Per la stesura della malta adesiva si deve utilizzare una spatola con dentatura appropriata al formato delle piastrelle.

L’adesivo deve essere spalmato anche sul rovescio di ogni piastrella (doppia spalmatura) in modo da evitare che rimangano cavità vuote tra piastrella e supporto.

Le piastrelle andranno posate entro la scadenza del tempo aperto dell’adesivo.

E’ opportuno quindi verificare prima della posa delle piastrelle che l’adesivo sia ancora fresco, toccandolo superficialmente con le dita.

In caso di pellicolazione superficiale, le dita non saranno sporcate dall’adesivo, per cui sarà necessario rispatolare l’adesivo stesso in modo da rompere la pellicola superficiale.

La successione delle fasi di posa è la seguente:

1)Posa del bordo vasca, facendo attenzione alle pendenze soprattutto per il bordo a sfioro.

2)Seguire le fughe dettate dal bordo vasca sia sulle pareti che sul fondo vasca (a meno di pendenze particolari).

3)Posa delle pareti.

4)Posa del fondo vasca.

Nella posa di vasche con corsia è consigliabile partire dalla linea di mezzeria della vasca, procedendo poi verso il lato destro e il lato sinistro più o meno di pari passo, in modo tale che gli eventuali tagli delle piastrelle o aggiustamenti, vengano ripartiti in modo uguale.

Per facilitare le operazioni di pulizia e manutenzione della vasca, si consiglia di posare i pezzi speciali a sguscio negli angoli tra parete e pavimento.

E’ necessario posare le piastrelle mantenendo una fuga di ampiezza appropriata al formato delle piastrelle.

E’ assolutamente da evitare la posa accostata delle piastrelle.

Per determinare l’ampiezza della fuga ci si basa sul formato della piastrella e/o del suo modulo.

Il formato più utilizzato è il 120X245 mm ed in questo caso l’ampiezza della fuga risulterà inevitabilmente di 5 mm.

Sigillatura delle fughe e dei giunti elastici:

Quando l’adesivo è completamente asciutto (dopo circa 24 ore dalla posa), si può procedere alla sigillatura delle fughe.

Prima di tutto è necessario effettuare una pulizia accurata delle fughe, togliendo ogni traccia di residui di adesivo.

Si consiglia di togliere anche i distanziatori in plastica onde evitare affioramenti degli stessi sulla superficie stuccata.

La sigillatura viene effettuata utilizzando i sigillanti cementizi LITOCHROM 0-2, LITOCHROM 1-6 o LITOCHROM 3-15 a seconda dell’ampiezza della fuga e del colore desiderato.

Per ottenere un minor assorbimento della stuccatura, una migliore elasticità ed una più alta aderenza ai fianchi delle piastrelle, i sigillanti cementizi della serie LITOCHROM devono essere miscelati integralmente con il lattice IDROSTUK nelle proporzioni indicate sulle confezioni o nelle relative schede tecniche.

Anche in questo caso è bene procedere alla sigillatura di piccole aree per volta, in quanto l’additivazione con il lattice, crea un film appiccicoso sulla superficie delle ceramiche stuccate.

La pulizia con spugna umida deve essere quindi effettuata abbastanza velocemente, avendo cura di rimuovere completamente i residui di sigillante sulla superficie delle piastrelle.

Durante l’operazione di sigillatura, si raccomanda di lasciare vuote le fughe predisposte per i giunti di frazionamento elastici, allontanando da esse eventuali impurità.

Al posto dei sigillanti cementizi possono essere utilizzati in alternativa le malte epossidiche a due componenti LITOCHROMS TARLIKE o EPOXYSTUK X90 disponibili in diverse colorazioni.

L’utilizzo delle malte epossidiche consente di ottener delle sigillature più durature e resistenti anche in presenza di acqua di mare o acque termali.

I giunti elastici di frazionamento nel rivestimento ceramico devono essere praticati ogni 3x3 metri lineari circa, ottenendo delle ripartizioni di 9 m2, cercando di farli coincidere con una fuga, in modo da evitare il taglio delle piastrelle.

I giunti devono essere previsti anche in corrispondenza di tutti gli angoli tra parete/parete e parete/pavimento e dei cambi di pendenza del fondo vasca.

I giunti andranno sigillati con il sigillante siliconico neutro monocomponente in cartuccia denominato LITOSIL NEUTRO NO previa stesura dell’apposito primer bicomponente PrimerU12 sui fianchi delle piastrelle.

Per l’applicazione del sigillante neutro si procede nel modo seguente:

1)Pulire accuratamente il giunto da sigillare che deve risultare asciutto, privo di polvere e/o residui di stucco cementizio.

2)Proteggere i bordi delle piastrelle posizionando un nastro di carta adesiva larga 5 cm per tutta la lunghezza del giunto.

2)Applicare il Primer U12 (preventivamente miscelato con il suo catalizzatore) con pennello sui fianchi delle piastrelle e lasciare asciugare per alcuni minuti.

3)Estrudere il sigillante LITOSIL NEUTRO NO dalla cartuccia utilizzando l’apposita pistola e facendo in modo di riempire completamente il giunto.

4)Pareggiare la superficie con una spatola piana in acciaio e rimuovere la carta adesiva quando il sigillante è ancora fresco.

Eseguita la sigillatura dei giunti elastici, il riempimento della vasca con acqua può essere effettuato dopo circa 15 giorni.

Manutenzione della vasca:

Nei periodi di inattività la vasca NON DEVE ESSERE SVUOTATA, per non esporre la struttura all’azione diretta del gelo (la massa d’acqua funziona da regolatore termico) ed alla spinta del terreno, che senza la controspinta dell’acqua può portare a dei dissesti strutturali, i quali ripercuotendosi solitamente sul rivestimento possono generare crepe, spaccature e sollevamenti.

In questi periodi si consiglia di abbassare il livello dell’acqua di 10-15 cm, coprendo tutta la superficie con teloni di plastica che devono appoggiare sulla superficie dell’acqua per evitare la formazione di ghiaccio.

E’ possibile anche predisporre sulla superficie dell’acqua opportuni rompighiaccio (blocchi di polistirolo, carcasse di pneumatici, ecc). Tutte le tubazioni vanno preventivamente svuotate.

Fornitura e posa in opera mosaico in piscina

Fornitura e posa in opera mosaico in piscina - EXPERT MOSAICI   limited

Descrizione offerta:

 

-Fornitura Mosaico Vetroso base vetricolor 20x20x4 mm.

Caratteristiche tecniche: dimensioni 20x20x4 mm. Assorbimento acqua nullo, resistenza al gelo, resistenza allo shock termico, resistenza chimica ad Acidi e alcali, resistenza alla dilatazione, durata illimitata.

 

-Rasatura di fondo bianca 1/2mm del supporto da rivestire.

-Messa in opera mosaico e sigillatura fughe con personale qualificato.

-Fornitura collante a scivolamento verticale nullo idoneo per la posa del mosaico.

-Fornitura additivo elasticizzante per colla mosaico.

-Fornitura stucco cementizio per la stuccatura del mosaico, colore bianco.

-Pulizia finale del Mosaico dai residui della stuccatura.

-Lavaggio e disinfezione del Mosaico con detergenti.

Abbiamo risolto i problemi di:

° Distacco delle tessere mosaico delle piscine.

° Consumo delle fughe, nel tempo, causa prodotti chimici.

° Deposito sporco tra le fughe del Mosaico.

 

Per la fornitura e messa in opera di: mosaico, supporto carta, piscina con stuccatura cementizia colore da catalogo.

Prezzo €79,00 al mq. iva compresa

 

La scelta dei mosaici da noi proposti è frutto della nostra pluriennale esperienza nel settore, infatti da diversi anni utilizziamo un mosaico vetroso sfumato disponibile in svariati colori e grazie a tali caratteristiche del mosaico e con un ausilio di collanti specifici Vi possiamo offrire una...

*Garanzia Decennale*

Il prezzo per la posa deve ritenersi valido per applicazioni su sottofondi perfettamente planari e pareti a piombo, consistenti, aggrappati, rasati e livellati, con stuccatura cementizia.

Sono escluse eventuali variabili come ad esempio curve, tagli su misura, posa con andamenti, posa pannelli artistici, che sono da valutare previo sopralluogo.